Il sito è aggiornato a Dicembre 2017

Lo Showroom del carrello saliscale   elettrico in Italia .

showroom del carrello saliscale elettrico a Bossolasco
showroom del carrello saliscale elettrico a Bossolasco

Carrelli per la casa

Carrelli per il lavoro .

In foto la salita sul furgone di una stufa da 250 Kg con il saliscale Maxi 250 AR Plus TCS
carrello per stufe saliscale elettrico Maxi 250 AR Plus

Carrello a mano Scendiscale .

Carrello scale elettrico per arpa .

Il modello di arpa da concerto è disponibile da ora per gli arpisti  nello Show Room Elviotrolley
Il nuovo carrello saliscale elettrico universale per grandi arpe da concerto

L' eccellenza non dovrebbe essere una buffonata .

I risultati in questo campo dimostrano che finora non è stato possibile  ottenere l' eccellenza nella soddisfazione del cliente sia ai leader che ai  non leader ,

e va messo in conto che probabilmente lo sarà sempre di meno visto che si continuano ad affrontare i problemi del cambiamento in atto lavorando e rielaborando  le solite soluzioni .

 

Questo obbiettivo vitale e prioritario per noi del settore però potrebbe non essere mai stato così

alla nostra portata considerando che i tanti motivi che evidenziando i problemi rendono anche più tracciabile la strada da fare  .

A scanso di equivoci faccio ben presente che i problemi da affrontare non sono di livello elementare .

 

Provo però a individuare e analizzarne alcuni alla luce della mia esperienza e del libero ragionamento :

Sarà un caso ma nel campo dei carrelli saliscale o montascale come dir si voglia l' Italia è un posto unico al mondo in tutti i sensi , come ditte produttrici , come mercato , come varietà , come inventiva .

Anche in questo campo fantasia , genialità o creatività italiane costituiscono nel loro insieme un valore molto grande ... bada bene nel loro insieme .

 

Dicono i teoretici che occorre crescere , affrontare il mercato globale , fare innovazione ,

le aziende italiane sono troppo piccole etc etc ...

ma se ricordo bene lo dicono da almeno cinquant' anni .

 

Non ricordano lor signori che le aziende mondiali le abbiamo già avute e sono finite come sono finite , la Fiat , l' Olivetti , la Parmalat , la Telecom , cosa non ha funzionato ?

Forse le stesse cose che ancora adesso continuano a non funzionare ?

Non è che questi predicatori del nulla siano  un giradischi incantato che ripete in modo automatico all' infinito stupidamente ?

 

Pensiamoci un attimo proprio ora nel terzo millennio ,

potremo mai prendendoci singolarmente  essere abbastanza cresciuti  ,

sufficientemente grandi  in un settore come il nostro che occorre dire è veramente marginale .

 

I prodotti saranno sempre da migliorare e noi che lavoriamo davvero  saremo sempre più con la schiena rotta e il cervello fritto , bruciando aimè anche il patrimonio di chi ci ha preceduto ,

in sostanza il vero made in Italy nato dalle mani e dalla mente dei nostri padri artigiani .

 

E' ora di mandare veramente affanculo o almeno relegare all' inevitabile ruolo di rumore di fondo il nugolo di parassiti ronzanti che ci stanno addosso sempre più agguerriti e affamati

e sempre più parassiti .

Siamo così ingenui  da parte nostra di  immaginare o credere ancora che questi possano portarci  qualcosa di buono ? a meno che la rovina lo sia .

 

Ma torniamo con i piedi per terra e ai nostri beati carrelli ,

proprio noi italiani in questo settore e  in questo momento siamo gli unici che potremmo ambire all' Eccellenza nel mondo , ancora una volta , l' Eccellenza della soddisfazione del

cliente riunendo in un sol gruppo le eccellenze di ognuno .

 

Un primo tranquillo risultato sarebbe che le aziende odierne ,

ognuna impegnata in una grande varietà di prodotti la maggior realizzati per strapparsi clienti l' un l' altro ,

si potrebbe sbarazzare dell' 80% di questo impegno  deleterio e riconcentrarsi sui propri prodotti in cui già eccelle ,

un 20% e credetemi sono già abbastanza .

 

Come immediato secondo risultato ne consegue che al cliente non verrà più propinato l' 80 % di 

schifezze .

 

E' facilissimo anche per un bambino contare quanti prodotti e relative varianti vengono ora proposti nel settore , pensate che io da solo ho almeno 20 modelli a catalogo ,

"tutti insieme appassionatamente " solo sul mercato italiano vengono proposti

almeno 100 modelli diversi e seppure questo faccia risaltare la complessità in questo campo

è innegabile che fa risaltare ancora di più la stupidità di tante  proposte .

 

Ok , sicuramente siamo tutti bravi ma per cortesia ammettiamo che solo in qualcosa siamo i più

bravi ed è solo più questo che bisogna vendere alla gente .

Si ma il cliente , i clienti , tutti quelli che ci hanno comprato da noi dimostrando che noi ci meritiamo più fiducia del mio rivale etc etc . cazzate ragazzi .

I numeri stentano a darvi ragione e dicono che c'è stata una grande percentuale di insoddisfatti

o che comunque molti clienti potevano essere serviti  meglio e purtroppo in percentuale assai

rilevante , permettetemi di aggiungere un ultima cattiveria , si è giocato un po' troppo sulle

vendite e ora uno dei grandi cambiamenti in atto è che non si può più fare , giochi finiti , il topo

ha capito tutti i trucchi . 

Riassumendo

Il settore , mercato o come dir si voglia dei saliscale è assolutamente marginale e piccolo per cui l' obbiettivo Eccellenza non è raggiungibile singolarmente per nessuna delle aziende presenti leader o non leader e per quanti sforzi possano fare .

 

Ognuna di esse eccelle già nelle sue cose ma nessuna eccelle nella soddisfazione del cliente

con 10 e lode per cause singolarmente non risolvibili .

 

Questo avviene e lo dimostrano chiaramente fatti e risultati perché il settore è denso di problematiche sempre nuove che lo rendono indubbiamente un interessante campo di sfida

ma  sempre più difficile  anche per il cliente .

 

Il know How italiano in questo campo è il migliore del mondo ,

lo si deve sfruttare tutti insieme perché è costato tantissimo alle aziende interessate ,

è costato tantissimo ai concorrenti e non dimentichiamolo mai  

anche ai clienti .

 

Nessuna azienda delle nostre dimensioni può permettersi lo spreco di un 80% di prodotti a catalogo inutili ,

neppure i clienti mettiamocelo bene in testa .

 

E stimabile che se si facesse un unico catalogo con un 20% dei prodotti in totale proposti ora

sarebbero ancora troppi .

 

Scrivi commento

Commenti: 0